La postura ha un ruolo fondamentale per il benessere del proprio corpo e spesso viene sottovalutata nel corso degli anni fino a quando non si presenta una patologia seria.

Con il termine “postura” si fa riferimento alla posizione che il corpo assume nello spazio, prendendo in considerazione le varie parti del corpo in modo da garantire la posizione eretta e del movimento.

La postura scorretta nei bambini

Al contrario di quanto si possa pensare, il problema relativo ad una postura scorretta non si riferisce solo agli adulti, ma può riscontrarsi anche in tenera età. A tal proposito è molto importante saper valutare il problema e curare la patologia sin da piccoli, per evitare eventuali ritorsioni in futuro.

La postura scorretta può dipendere da molteplici cause e non è facile in questi casi saper individuare l’origine del problema.

Non sempre il problema è riconducibile a una scoliosi o a un problema muscolo-scheletrico: a volte si può risalire alla causa valutando la vista, l’udito o i denti del paziente per cui si necessita di un approccio multidisciplinare.

Come curare la postura scorretta

Per individuare il metodo risolutivo del problema, è indispensabile valutare se la causa sia dovuta ad alterazioni posturali. Nel caso affermativo, a seconda della disfunzione, si potrà intervenire attraverso un percorso riabilitativo fisioterapico, personale ed individuale. Esso risulta essere molto utile, specialmente nei bambini perché viene considerato come una rieducazione globale.

Un percorso riabilitativo completo comprende la rieducazione a svolgere una respirazione ed una deglutizione corretta, che spesso risultano essere cause di una postura scorretta. Inoltre, oltre al percorso riabilitativo, potrà essere utile l’aggiunta di determinati strumenti correttivi come plantari, occhiali da vista e quant’altro.

La malocclusione può causare una postura scorretta?

In precedenza è stato accennato che una postura scorretta può dipendere anche da un problema di malocclusione dentale, quindi una disfunzione temporo-mandibolare.

Nel caso in cui venga riscontrato tale problema, è necessario anche l’intervento dell’odontoiatra.

La malocclusione può identificarsi, ad esempio, nel caso in cui l’arcata dei denti superiori si accavalla all’arcata inferiore e tale circostanza può comportare seri problemi relativi alla respirazione, rigidità cervicale e deglutizione.

È importante per i genitori non sottovalutare la situazione ed affidarsi all’aiuto di un esperto il prima possibile, in modo da poter stabilire una cura appropriata.

L’intervento tempestivo è fondamentale per valutare attentamente qualsiasi tipo di malfunzione ed intervenire il prima possibile.

Se si agisce in tenera età, si può ricorrere a interventi meno invasivi in quanto le strutture ossee e muscolari di un bambino sono ancora in fase di crescita e quindi più elastiche.

Per questo motivo è importante intervenire il prima possibile per il benessere del proprio bambino.

Tags : Ortopedia
Andrea Galbiati
Sono laureando alla facoltà di Lettere Moderne all’Università degli Studi di Lecce. Da sempre interessato e aggiornato sulle novità riguardanti salute, benessere e cura del corpo.