L’emangioma infantile è una formazione tumorale di natura benigna che si manifesta nel bambino attraverso la comparsa sulla cute di una o più chiazze rosse di forme e dimensioni variabili.

Gli emangiomi infantili sono piuttosto comuni: colpiscono dal 3% al 10% della popolazione e tendono a regredire spontaneamente dopo una fase iniziale di proliferazione.

Ecco tutto quello che c’è da sapere e come comportarsi in caso di comparsa di emangioma nel neonato.

Emangioma infantile: cos’è

Si tratta di un tumore che interessa i vasi sanguigni ed è caratterizzato da una proliferazione delle cellule endoteliali.

L’emangioma è detto infantile quando si manifesta dopo qualche settimana di vita del neonato, mentre se è presente sin dalla nascita si tratta di un emangioma congenito – ma è, quest’ultimo, un caso piuttosto raro.

Di solito, a una iniziale fase di proliferazione segue un periodo di stabilizzazione fino a una lenta risoluzione spontanea della formazione tumorale entro il terzo o settimo anno di vita.

L’emangioma infantile ha un’incidenza più elevata nelle femmine, ma sono stati osservati come fattori di rischio anche il basso peso alla nascita, la nascita prematura e la provenienza da gestazioni multiple.

Diagnosi dell’emangioma infantile

Il vostro medico saprà indicarvi la cura più adeguata per l’emangioma di vostro figlio solo dopo una corretta diagnosi. In genere non è difficile da diagnosticare, ma in alcuni casi può risultare opportuno fare ulteriori approfondimenti per fugare tutti i dubbi.

Nel caso in cui emergano delle anomalie nello sviluppo dell’emangioma, è anche indicato effettuare una risonanza magnetica per indagare in che rapporto esso si pone con gli organi e gli apparati interni.

Quando preoccuparsi

Nella maggior parte dei casi non c’è bisogno di allarmarsi per un emangioma, in quanto segue, come abbiamo visto, un percorso di involuzione spontanea.

Tuttavia, a seconda del punto in cui sorge, durante la fase di proliferazione l’emangioma può compromettere il funzionamento di alcuni processi funzionali o vitali, causando problematiche anche gravi. È importante quindi monitorare costantemente lo sviluppo dell’emangioma infantile e le eventuali complicanze.

In alcuni casi l’emangioma può causare deficit funzionali, soprattutto se insorge in prossimità di orifizi come bocca (causando problemi di suzione al seno), naso (rischiando di ostruire le narici e portando a respirazione orale obbligata), orecchie (provocando problemi uditivi) e genitali esterni (compromettendo lo sviluppo fisiologico).

In altri casi, invece, può comportare problematiche ancora più serie.

Se di dimensioni troppo estese, l’emangioma infantile rischia, per esempio, di causare scompenso cardiaco; ma si tratta di casi molto rari. Lo stesso può verificarsi se l’emangioma si localizza a livello epatico. Pertanto è bene tenere sotto controllo il funzionamento del cuore.

Inoltre, indipendentemente dalla sede della formazione tumorale infantile, si potrebbero verificare episodi di ulcerazione e sanguinamento, che, se non tenuti sotto controllo, possono provocare importanti anemie e richiedere trasfusioni ematiche.

In ogni caso vi risulterà fondamentale il supporto di uno specialista, che saprà consigliarvi il meglio per il vostro bambino.

Tags : Dermatologia
Stefania Mongardi
Ho una laurea magistrale in Teoria dei linguaggi e sono appassionata di salute, benessere e sport sin dall’adolescenza. Per questo cerco sempre di tenermi aggiornata sulle ultime news di settore. Amo la musica – mia grande passione – le serie TV, le passeggiate all’aria aperta e…il buon cibo.